FRA LE RIGHE. INTERVENTI DI PROSSIMITÀ NEL TERRITORIO FAENTINO

4 Maggio 2015

E’ partita la settima edizione del percorso di formazione per la promozione di comportamenti consapevoli e responsabili fra i giovani

E’ partita ieri, 5 maggio, la settima edizione del progetto Fra le righe, il percorso di formazione avviato da RicercAzione insieme al Dipartimento di Salute mentale e dipendenze patologiche dell’Ausl regionale (unione ospedaliera di Faenza).
Il progetto nasce con la finalità di essere presenti nei luoghi dove i giovani si ritrovano (feste, locali, …) per poter mettere a disposizione informazioni utili alla messa in campo di comportamenti consapevoli e responsabili sia rispetto al consumo di alcol o altre sostanze stupefacenti legali e illegali (v. guida)  sia rispetto ai comportamenti sessuali a rischio.

Fra le righe è rivolto a giovani che intendono collaborare con gli operatori del Servizio Dipendenze Patologiche nella realizzazione di tali interventi (è richiesta la maggiore età) ed ha l’obiettivo di fornire le informazioni di base relativamente alla prevenzione dei comportamenti a rischio connessi all’assunzione di sostanze ed alla gestione della relazione con le persone che si rivolgono all’info-point.

La sede degli incontri è la saletta in piazza San Rocco n. 3 (di fianco al Ser.T).
Per info: Filippo 335 8269845

dopo il primo incontro di presentazione, avvenuto ieri 5 maggio ecco il calendario dei prossimi appuntamenti:

DATA TEMATICA DOCENTI
MA

12/05/15

17.45 – 20.15

 

Le droghe…. Cosa sono?

legali/illegali

uso/abuso/dipendenza

guida

Servizio Dipendenze Patologiche
MA

19/05/2015

17.45 – 20.15

 

Sesso, comportamenti a rischio e

malattie sessualmente trasmesse.

Consultorio Giovani
MA

26/05/2015

17.45 – 20.15

30 anni di HIV

Comportamenti a rischio e Riduzione del Danno

Servizio Dipendenze Patologiche  NPS – Emilia Romagna

(Network Persone Sieropositive)

ME

03/06/2015

17.45 – 20.15

Valutazione del percorso formativo effettuato.

Organizzazione degli interventi estivi.

Conoscenza degli strumenti (etilometro) e dei materiali utilizzati negli interventi.

Metodologie di approccio ai giovani: la relazione e la comunicazione (II parte)

Coop. RicercAzione

 

  Articolo precedente
«
 Articolo successivo
»